Blog indipendente di critica sugli artifizi semantici del regime. Fino a che significherà qualcosa, l’autore invoca la protezione dell’art. 21 della Costituzione Italiana.

La giustizia è ormai solo un mito? Allora liberate le fottute Furie

C’è ancora gente che gira con le mascherine e il green pass e crede che negli ultimi tre anni un virus mortale abbia minacciato di cancellare l’umanità dalla Terra ma siamo riusciti a salvarci grazie a un farmaco miracoloso di alcune aziende americane. Che cazzo risvegli in questa gente? Al massimo la digestione puoi stimolare in questi soggetti (che votano, e il cui voto vale come il mio, vorrei ricordare).

30 agosto 2022

È sicuramente inutile e quindi cercherò di sottoporre di nuovo alla vostra attenzione lo squallido trucchetto psicologico al quale abboccate ancora come a quello delle tre carte o della pallina nel bicchiere all’autogrill negli anni Ottanta. Questo trucchetto si chiama finestra di Overton e non lo spiegherò con parole mie quando non siete in grado nemmeno di capire la spiegazione di wikipedia. Preferisco mettervi un contributo video, più suggestivo e meno noioso (tanto comunque i pidiocovidioti non capiranno ma almeno potranno godersi qualche minuto di buon cinema).

Fondamentalmente, se ti siedi a un tavolo senza sapere un cazzo né sui giocatori né su quello che sta succedendo, finirai subito per essere il pollo. Tutto qui. 

Le elezioni del 25 settembre sono l’ennesima finestra di Overton verso cui state correndo come lemmings infoiati. C’è gente che sta ammazzando gente e voi state lì a chiedere il permesso per sedervi al loro tavolo a farvi spennare. La finestra di Overton è esattamente nello slittamento inconscio che vi ha condotto a raccogliere firme per andare come polli in un parlamento popolato da squali invece che reclamare giustizia per una strage di massa perpetrata davanti a voi. Cercherò di essere più icastico: questi stanno ammazzando voi e i vostri figli e voi raccogliete le firmette per andare a dare voce democraticamente e nelle istituzioni preposte alle istanze degli assassinati. 

Be’, notizia, le istanze di una persona assassinata non sono tante, anzi è una sola, e non si ottiene sedendosi su una poltrona accanto all’assassino, si ottiene spiccando la testa dell’assassino. 

Vi uccidono per iniezione letale e/o omissione di cura, reagite raccogliendo firme per potere loro chiedere di smettere di farlo. Non notate niente? Sotto quale bicchiere è la pallina, mentecatti?

Potrebbero avere appena inventato anche il justice-washing, ma che ve frega, c’è il Jova Beach Party e il campionato di Serie A, e poi è tutta colpa di Putin. Sbattetevene il cazzo, a cavalcioni della finestra di Overton siete passati da difendere i diritti a difendere i delitti, ma almeno non siete dei sudici novax.
Che poi, ancora una volta, sarebbe bastato leggere un cazzo di libro in più invece di guardare Bonolis o Scotti o Amici per capire che ve lo mettono nel culo grazie al vostro analfabetismo funzionale. Se non foste pecore tremebonde comprendereste che la stessa espressione “partito antisistema” è un ossimoro, come dire un’automobile anticircolazione stradale o un giocatore di poker antigioco d’azzardo. È di nuovo lo stesso trucchetto semantico dei 5 Stelle: siamo un Movimento non un partito, bla bla bla, non siamo come loro, bla bla bla, e sappiamo tutti, non tutti, voi no, com’è andata a finire.

Quindi è inutile che mi rompiate i coglioni con appelli a votare o a passare l’azione in prima persona io stesso, perché, ripeto, votare non serve a un cazzo e non sono io quello che si è fatto iniettare della merda su ordine di un assessore all’urbanistica di Potenza (è il curriculum di Speranza, già già). E votare non serve a un cazzo, l’avevo già detto. Un astensionista è uno che non vota come un no-vax è uno che non si vaccina: leggi, è un cazzo di eroe. I non voti degli astensionisti non vanno né ai partiti antisistema né ai partiti soliti. Un non voto di un astensionista non perpetua il sistema né lo danneggia. Un non-voto fa la stessa cosa che fa un voto, cioè niente. Piantatela di rompere i coglioni. Volete il mio voto? Mettete sul simbolo o almeno nel programma la testa di Draghi, o Speranza, o Conte, su una picca e io vi porto il voto e la picca stessa.
150.000 morti reclamano giustizia, non elezioni.
O almeno le Furie.

Fondamentalmente è quasi tre anni che giro con una maglietta con scritto “sei un coglione e non riesco a ignorarlo” e dovrei essere io a dimostrare di avere ragione quando tu hai nel sangue l’arma del delitto e su per il culo il cazzo dell’omicida. Mi dispiace, è più logico desumere che ti piaccia, buon per te.

Ma Daniele non puoi essere così aggressivo e giudicante, bisogna aiutare con gentilezza le vittime e agevolare il risveglio delle coscienze“. Ma che cazzo risvegli che c’è ancora gente che gira con le mascherine e il green pass e crede che negli ultimi tre anni un virus mortale abbia minacciato di cancellare l’umanità dalla Terra ma siamo riusciti a salvarci grazie a un farmaco miracoloso di alcune aziende americane. Che cazzo risvegli in questa gente? Al massimo la digestione puoi stimolare in questi soggetti (che votano, e il cui voto vale come il mio, vorrei ricordare).

OVERTON: POSOLOGIA E ALTRE APPLICAZIONI

Guerra in Ucraina:  lo zar Putin invaderà l’Europa dopo l’Ucraina e l’Armata Rossa arriverà fino alle porte delle nostre città. Questo scenario è da sventare e quindi aumentiamo il costo dell’energia per scongiurare il pericolo. Chi tiene accesso il condizionatore è un nemico della Pace.

Divide et impera l’immondizia: la questione climatica esige dei sacrifici quindi toglieremo i cassonetti pubblici, minacceremo sanzioni e multe, e voi cefalopodi vi troverete a chiudere a chiave dei bidoni domestici, quando li metterete sulla strada, per timore che qualche irresponsabile butti l’immondizia dentro l’unico cassonetto che trova per strada. Avete un cassonetto al posto del cuore (cit.).

Il diritto al lavoro: lockdown, connivenza dei sindacati, tassazione esasperante, regole sull’assunzione e selezione del personale, svendita di risorse pubbliche, negazione dei servizi e cancellazione di interi mercati e settori per esigenze “emergenziali”. Milioni di italiani, se avessero un cervello, capirebbero che nemmeno il loro lavoro appartiene più loro ma, salabimbumbam, l’importante è che la cassiera porti la mascherina quando vi vende i chili di plastica con cui riempirete il cassonetto domestico perché siete coscienziosi cittadini. 

Culo: con Overton sono arrivati perfino a disporre del vostro corpo, come cavia, come mercato da sfruttare, e il corpo dei vostri figli e cari, tra l’altro protetti da scudo penale, segreti militari e industriali e una coltre di menzogne infiocchettate. E voi, mirabilmente, avete porto l’altra chiappa come la guancia biblica. Riesco quasi a provare un po’ di ammirazione per la vostra maestosa imbecillità.

Visto che è notizia di questi giorni, o meglio, stanno cercando di farvi capire una cosa che è ovvia da 3 anni, ecco la notizia che il temibile virus è sempre stato curabile, sempre, con un’aspirina, e che la minaccia era proprio la tachipirina e vigile attesa.

Comunque lo faccio spiegare a Gracis, che almeno riesce ancora a incazzarsi.
Io no, io mi rimetto la mia maglietta e ci vediamo in giro.

La finestra di Overton su wikipedia.
Votare? Non votare? Chi votare?, video di Matteo Gracis (YouTube).

All contents by Daniele Prati and licensed under Creative Commons CC BY 4.0.

made with love for justice by

×
×

Basket